Diversi gradi di cellulite, diverse cure.

index La cellulite è senza dubbio l’inestetismo più odiato dalle donne, poiché non è relazionato solo all’aspetto estetico, ma provoca anche disturbi come gonfiore alle gambe, cattiva microcircolazione e alle volte dolore se “pizzicata”. La cellulite è una condizione alterata del tessuto sottocutaneo ricco di cellule adipose che si ipertrofizzano: negli spazi intracellulari si accumulano liquidi in eccesso, spesso rifiuto dei processi biochimici dell’organismo. Questo ristagno di liquidi dunque impedisce il corretto funzionamento del flusso sanguigno, provocando una ritenzione di liquidi. La cellulite è classificata in tre tipologie, a seconda della gravità:

  • compatta: generalmente localizzata su ginocchia, cosce, glutei e pancia. La pelle se pizzicata presenta smagliature e ritenzione di liquidi. Questa forma può essere facilmente combattuta con sport e una dieta che predilige vegetali e carni bianche.
  • Molle: colpisce soprattutto persone di mezz’età, e si localizza in particolare su braccia e gambe. Questo stadio della cellulite inizia già a presentare noduli sclerotizzati.
  • Edematosa: è lo stadio più grave, che necessita di cure specifiche e farmacologiche. Oltre alle conseguenze estetiche, caratterizzate da noduli sclerotizzati e tessuti smagliati, questo stadio della cellulite può essere anche doloroso e provocare senso di pesantezza, fino all’insufficienza venosa.
Ogni tipo di cellulite necessita di cure specifiche che, ovviamente variano. Vediamo insieme quali sono:
  • la cellulite degli stati compatti e molli non necessita di cure intensive e farmacologiche o terapie: l’importante è fare movimento, evitare abiti che costringano troppo la circolazione, limitare gli alcolici, che causano ritenzione, non fumare e soprattutto bere molta acqua. Se l’acqua non fosse sufficiente ci si può rivolgere al proprio erborista di fiducia per un mix di erbe e radici che aiutano a smaltire i liquidi in eccesso. Le erbe, che in gergo si chiamano droghe, più utili sono l’asparago, la betulla, le foglie di ciliegio, l’equiseto, le foglie di frassino, l’ortica, la pilosella, il tarassaco e il prezzemolo.
  • Per lo stadio edematoso, invece, oltre a questi accorgimenti può essere necessario ricorrere ad alcune terapie particolari: una di queste è la cavitazione. In cosa consiste? Molto semplice: si tratta di una cura indolore che prevede l’applicazione di ultrasuoni sul tessuto adiposo. Questi ultrasuoni agiscono provocando un collasso della cellula di grasso con fuoriuscita del materiale in esso contenuto e contemporaneamente un processo “infiammatorio” che tende a far rassodare il tessuto sovrastante e ad evitare quindi l’effetto di svuotamento.
index   Qualche consiglio su come combattere la cellulite in maniera efficace da casa e con effetti duraturi? Basta seguire una giusta e corretta alimentazione, fare movimento e massaggiare le zone colpite da cellulite; inoltre si possono provare gli indumenti Turbocell: contenitivi, drenanti e con un effetto massaggiante; tre azioni in un unico capo discreto e assolutamente efficace! Ti aspettiamo sulla pagina di Fabbrica Benessere, con tante promozioni e dispositivi per ritrovare la forma che desideri e il benessere che meriti.  ]]>

Tags: , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*