Ionoforesi: come curare strappi muscolari e artrosi

Ionoforesi: i benefici di questa terapia indolore e efficace.

La ionoforesi per assicurare a chi soffre di lombalgia, dolori al ginocchio, sciatica e artrosi, strappi muscolari, iperidrosi e infiammazioni (un metodo di cura che funziona in tempi rapidi)

La ionoforesi è una tecnica fondamentale per la cura dei dolori osteoarticolari. Mal di schiena, infiammazioni al ginocchio e strappi muscolari, sudorazione eccessiva sono tra i malesseri più comuni che possono trovare sollievo e guarigione grazie alla ionoforesi. Vediamo insieme i benefici di questa terapia indolore e efficace. 

ionoforesi come curare strappi muscolari e artrosi

Lo sviluppo tecnologico delle apparecchiature elettromedicali permette, oggi, di assicurare a chi soffre di lombalgia, dolori al ginocchio, sciatica e artrosi, strappi muscolari, iperidrosi e infiammazioni un metodo di cura che funziona in tempi rapidi.

Che cosa si intende per ionoforesi? Il termine sta per “trasporto di ioni”: si tratta di una cura che è in grado di somministrare un farmaco direttamente nella zona del corpo interessata, grazie a un sistema di corrente continua. La ionoforesi si applica tramite dispositivi predisposti per trasferire i medicinali “ionizzati” per via epidermica, senza bisogno di iniezioni e punture, semplicemente applicando due elettrodi sul corpo del paziente.

La ionoforesi presenta molti vantaggi rispetto a farmaci somministrati per via orale o tramite ago:

– a differenza delle iniezioni, è una terapia indolore
– può somministrare dosi più concentrate di medicinali rispetto ai farmaci da prendere per bocca
– evita gli effetti collaterali, perché il medicinale “giunge subito a destinazione” e non va ad interessare altri organi
– proprio perché è una cura localizzata, è più veloce e il paziente trova più rapidamente sollievo dal suo malessere

-per molti pazienti, gli elettrodi hanno l’effetto di  un massaggio gradevole.

In quali situazioni è efficace la ionoforesi? Molti conoscono terapie di ionoforesi per iperidrosi, una disfunzione delle ghiandole sudoripare che può essere anche molto fastidiosa. Il  vecchio detto “sudare sette camicie” in questo caso è più di un modo di dire.

Sudare troppo, per chi è affetto da iperidrosi, è una problema quotidiano: avere mani, piedi e ascelle bagnate significa trovarsi spesso in situazioni imbarazzanti.
Chi soffre di sudorazione eccessiva si sente a disagio nella vita quotidiana: negli ambienti di lavoro, in ufficio, al ristorante, in occasioni importanti. Essere affetti da iperidrosi, in molti casi, vuol dire affrontare tutti i giorni situazioni di imbarazzo e vergogna.
La ionoforesi è un rimedio concreto per curare la sudorazione eccessiva.  La cura, in questo caso, non richiede l’assunzione di alcun farmaco perché il semplice passaggio di corrente aiuta a regolare l’attività delle ghiandole sudoripare.

Chi frequenta i centri sanitari e di benessere parla spesso di ionoforesi estetica. Questa terapia, infatti, è in grado di ridurre le macchie cutanee, ma agisce anche sulle cicatrici da acne e può aiutare chi soffre di psoriasi. La ionoforesi estetica viene scelta anche per ridurre gli inestetismi della cellulite.
Gli esperti consigliano la ionoforesi, inoltre, per curare dolori osteoarticolari di vario tipo: artrosi, infiammazioni, dolori alla parte bassa della colonna vertebrale. Si usano terapie di ionoforesi per curare i dolori al ginocchio; per i casi di sciatica e mal di schiena.
Ionoforesi: come curare strappi muscolari e artrosi

Si parla di ionoforesi terapia, in particolare, per persone che soffrono di dolori osteoarticolari ma non possono o non vogliono ricorrere ad operazioni chirurgiche. Molte persone che soffrono di ernie o mal di schiena possono trarre vantaggio da una cura elettroterapica e riescono così a evitare di passare molti giorni in ospedale per un intervento. 

Gli sportivi e coloro che, per diversi motivi, sono soggetti a strappi muscolari  e contratture trovano una soluzione rapida nella ionoforesi.

Il grado di efficacia della cura è molto alto e le controindicazioni sono pochissime.Non devono seguire cure elettroterapiche:

  • Coloro che hanno un pacemaker
  • Coloro che soffrono di epilessia
  • Pazienti che hanno una ridotta sensibilità della pelle
  • Persone con una lesione cutanea nell’area interessata al trattamento
  • Le donne in gravidanza.

Le cure di ionoforesi si possono richiedere presso centri specializzati  ma si possono eseguire anche a casa propria, acquistando il dispositivo specifico, seguendo le prescrizioni del medico e le istruzioni del prodotto acquistato. Gli apparecchi oggi disponibili sul mercato sono sicuri, facili da usare e, in alcuni casi, di dimensioni pratiche per essere trasportati.
Scegliere un dispositivo per la ionoforesi ad uso domestico è vantaggioso perché, in questo modo, non si deve sempre uscire di casa e recarsi in ambulatorio per la terapia.

La cura può essere sistematica e costante, senza fatica.
Chi può trarre grande beneficio da un apparecchio portatile per la ionoforesi?
– persone che soffrono di iperidrosi, che hanno bisogno di rinnovare la terapia di frequente;

-pazienti che hanno mal di schiena e strappi muscolari, che si stancano di più a muoversi;

– coloro che vogliono curarsi in autonomia, scegliendo con maggiore libertà tempi e modi per praticare la cura.

Riassumendo, i vantaggi della ionoforesi sono:

  • È un rimedio efficace e indolore
  • È versatile e serve a curare molti dolori osteoarticolari differenti
  • Aiuta chi non vuole sottoporsi a interventi chirurgici, per alcuni tipi di infiammazioni o malesseri alle articolazioni
  • È un valido aiuto in caso di inestetismi come cellulite e macchie cutanee
  • Permette di curarsi anche a casa propria, grazie a dispositivi specifici.

[mwi-product sku=”PF0101009,PF1201026,28380″ desc=”false” img_width=”400″ price=”false” type=”view” btn_color=”green” btn_link=”button” cols=”3″ ]]]>

Tags: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*