Pressoterapia: cos'è e come si usa

Cos’è la pressoterapia, e in quali situazioni si può utilizzare? Scoprilo con noi.  

La Pressoterapia è un trattamento che sfrutta meccanismi di pressione modulata sugli arti interessati, per esempio, da edema, ritenzione idrica, problemi circolatori e cellulite. Quindi, la sua funzione è tecnica, ma anche estetica. La pressoterapia è comparsa nel mondo dell’estetica circa 15 anni fa. Le apparecchiature di pressoterapia hanno suscitato un notevole interesse e riscosso molto successo poiché trasmettono una immediata sensazione di benessere, sono di facile applicazione e danno buoni risultati.

 

L’azione pressoria agisce sulla circolazione venosa e linfatica rendendola più efficiente e migliorando di conseguenza circolazione, metabolimo, inestetismi estetici di più frequente riscontro: cellulite, ritenzione di liquidi, ectasie ecc. E’ inoltre di facile associazione con altri trattamenti estetici o terapie mediche utilizzate per prevenire o attenuare gli inestetismi e le patologie sopra descritte.

Gli Apparecchi per la pressoterapia, attraverso pressioni dosate ai tessuti, facilitano il drenaggio del liquido interstiziale e dei soluti che vi si trovano, attihttp://www.fabbricabenessere.it/Cura-del-Corpo/Pressoterapiavando anche la circolazione venosa e liberando l’ambiente extracellulare dalle scorie che le cellule costantemente vi riversano.

La pressione non viene esercitata contemporaneamente su tutta la superficie coperta dai segmenti o dai gambali, ma secondo una sequenza centripeta che è quella seguita dal sangue venoso e dalla linfa.

La sequenza pressoria favorisce l’entrata del liquido interstiziale nei vasi linfatici e nell’albero circolatorio, attivandone il naturale percorso. La pressoterapia è utilizzata principalmente per il trattamento degli arti inferiori, le zone del corpo che presentano maggiormente problemi di tipo circolatorio ed è indicata in tutti i casi in cui è indicato il massaggio manuale.

Può inoltre essere ottimizzata dall’utilizzazione di oli essenziali specifici ad azione drenante applicati manualmente o con l’ausilio di specifici bendaggi. Per ciò che concerne le controindicazioni è assolutamente sconsigliata in presenza di varici o flebiti. Un ciclo di trattamento prevede 10/12 applicazioni due – tre volte la settimana, con un controllo periodico e una terapia di mantenimento adatti alle esigenze individuali.

Consigli d’uso

Un trattamento di 15 minuti ad una pressione media (60-80 mmHg) è consigliato.Ma i valori di tempo e di pressione possono essere modificati in base allo stato del paziente e alle indicazioni del medico. Si raccomanda di iniziare con le persone che non hanno mai effettuato questo tipo di trattamento con un tempo massimo di 5 minuti alla pressione minima. Se non si incontrano problemi si può incrementare tempo e pressione progessivamente ad ogni trattamento. La frequenza di utilizzazione giornaliera non prevede limiti e un maggiore uso spesso si traduce in migliori effetti.

Ricordate di respirare profondamente e seguendo il ritmo di riempimento e di svuotamento di ciascuna camera (respirazione addominale), perchè il ritmo della pressoterapia è simile al ritmo respiratorio. Quindi si deve espirare quando l’aria fuoriesce dalle camere e si deve inspirare quando l’aria entra nelle camere. Questa sincronizzazione rende più efficace l’effetto della pressoterapia. Se si utilizza la pressoterapia  prima o dopo esercizi fisici o stretching, l’effetto degli stessi viene facilitato: ecco perché i risultati sono quasi immediati, efficaci e duraturi.

]]>

Tags: , , ,

1 comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*