Vacuum Terapia – Il massaggio con il Vuoto

Il massaggio Vacum permette di prendersi cura del viso e del corpo e di rimodellare senza dolore il profilo.

Si tratta di una tecnica di antica origine che sfrutta il vuoto per provocare una congestione locale, ovvero un maggiore afflusso di sangue, stimolando il sistema microcircolatorio e permettendo un più adeguato nutrimento dei tessuti. Con l’effetto del vuoto, unito al massaggio meccanico svolto dai rulli, svolge l’azione principale di scollamento e distribuzione uniforme delle masse grasse, per una più facile eliminazione delle cellule adipose in eccesso. Contemporaneamente i tessuti sono stimolati nel profondo dall’infrarosso ad alta potenza e dalla radiofrequenza, che riattivano la circolazione e rassodano la superficie cutanea.

I massaggiatori vacuum risultano efficaci per trattare vari inestetismi cutanei, oltrechè essere la terapia ideale (da solo od in associazione alla Soft-Laser terapia) per il trattamento della cellulite, provocando a livello cutaneo e sottocutaneo un miglioramento del flusso linfatico e vascolare, ed una evidente stimolazione del metabolismo delle cellule adipose e dei fibroblasti. Migliora i disturbi circolatori ed il rilasciamento cutaneo, producendo benefici effetti anti-invecchiamento sul corpo e sul viso.

[caption id="" align="alignright" width="197"] Maniquick Vacum Body[/caption]

Vantaggi:

  • aumento della fluidità del liquido interstiziale extracellulare, che permette una più facile eliminazione dei metaboliti di scarto
  • stimolazione della microcircolazione superficiale e del drenaggio venoso e linfatico più profondo
  • “rottura” delle masse cellulitiche (i noduli della cosiddetta “cellulite”, più correttamente chiamata “pannicolopatia edemato-fibro-sclerotica”), restituendo elasticità ai tessuti e favorendo un rimodellamento del corpo
  • stimolazione delle componenti superficiali e profonde del sistema nervoso simpatico: quest’azione stimola tutti i neurocettori sensoriali della pelle, migliorando la sensibilità cutanea ed i riflessi.
]]>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*