Guarire con la Tecarterapia.

Si chiama Tecarterapia  la tecnologia fra le più innovative ed efficaci per la cura dei dolori osteoarticolari.

L’acronimo Tecar significa: Trasferimento Energetico Capacitivo-Resistivo. La tecnologia Tecar è, in sintesi, una forma di termoterapia endogena.

Si chiama Tecaterapia  la tecnologia fra le più innovative ed efficaci per la cura dei dolori osteoarticolari. Detta anche solo Tecar, dal nome dell’apparecchio preposto, la Tecarterapia è un rimedio rapido e non invasivo che permette di sviluppare calore in modo endogeno nella parte lesa, sollevando il paziente dai dolori più acuti dovuti a patologie del ginocchio, del piede, alla cervicale, alle articolazioni  e ai tessuti muscolari. La Tecarterapia è oggi una risposta sempre più diffusa a diverse patologie degenerative e infiammazioni non gravi, ma fastidiose. Coloro che hanno subito danni alla cartilagine del ginocchio, persone che soffrono di artrosi, lombalgie, cervicalgie; ancora, molti pazienti che non vogliono ricorrere a tecniche chirurgiche per risolvere problemi osteoarticolari possono trarre vantaggio dalla Tecar.   Tecarterapia Che cos’è la Tecarterapia? L’acronimo Tecar significa: Trasferimento Energetico Capacitivo-Resistivo. La tecnologia Tecar è, in sintesi, una forma di termoterapia endogena. Grazie a un rapido passaggio di cariche elettriche attraverso i tessuti, la Tecar induce il corpo del paziente a produrre calore attivando, così, processi favorevoli alla riduzione del dolore e alla guarigione dalla patologia. Molte procedure di fisioterapia provano a indurre processi biologici di recupero tramite il calore. Tecniche come infrarosso, ultrasuono o laser vengono spesso usate per curare dolori articolari e artrosi di vario genere. Queste cure, però, producono calore dall’esterno per applicarlo sulla parte lesa. La Tecarterapia, anche detta Diatermia, funziona diversamente, perché  il calore viene generato dal corpo stesso del paziente. Il calore “endogeno” dura più a lungo, si distribuisce in modo più ampio e profondo e dà il via a processi di recupero più veloci. In che modo il calore aiuta a curare i dolori osteo-articolari? Il calore, prima di tutto, ha una funzione sedativa e aiuta a lenire la sensazione di dolore. Il calore endogeno, generato dalla Tecarterapia, aumenta l’apporto di ossigeno e di nutrienti ai tessuti, stimola il sistema linfatico, potenzia i processi biologici di recupero e di riabilitazione. Gli sportivi e tutti coloro che si chiedono come curare strappi muscolari, contratture e dolori al ginocchio scelgono la Tecar. Il consenso che ottiene la Tecarterapia è dovuto ai tempi brevi di guarigione e all’assenza di effetti collaterali. La Tecarterapia aiuta soprattutto quando il dolore articolare o muscolare è intenso. Chi soffre di male al ginocchio, al piede o alla mano, chi ha problemi di cervicale o di mal di schiena sa quanto questi malesseri possano essere disabilitanti. Anche quando queste patologie non richiedono un’operazione, si tratta di malesseri che riducono l’autonomia delle persone che ne soffrono e che sono un disagio reale. Sportivi, ma anche professionisti con una vita lavorativa intensa, donne, mamme e papà con giornate lunghe e impegnative hanno bisogno, soprattutto, di cure rapide ed efficaci, qualora si presentino disturbi che impediscono la libertà di movimento, come un male al polso o alla mano. Possono trarre vantaggio dalla Tecarterapia, infine, molti pazienti che hanno subito un’operazione e stanno per intraprendere un percorso di fisioterapia e riabilitazione motoria. La Tecarterapia presenta controindicazioni? Sono pochi i pazienti che non possono sottoporsi alla Tecar: – i portatori di pacemaker – coloro che hanno grosse protesi metalliche – pazienti che hanno collagenopatie, neuropatie sensorie e cute lesa da traumi o infezioni – le donne incinte. La Tecarterapia è considerata da molti una terapia “naturale”, perché non è invasiva e non dà effetti collaterali. Viene scelta anche per ridurre inestetismi della pelle e, in modo particolare, per il trattamento medico-estetico della cellulite. La Tecarterapia può essere applicata in centri specializzati, con l’aiuto di un fisioterapista esperto e di una buona macchina Tecar. La tecnologia oggi disponibile sul mercato permette, peraltro, anche di usufruire di trattamenti in ambienti domestici. Alcuni dispositivi sono pensati per essere utilizzati in modo autonomo dal paziente; sono apparecchi sicuri, facili da utilizzare, rispettando le indicazioni d’uso e le prescrizioni del medico. Riassumendo, la Tecarterapia si può utilizzare: – per curare dolori a ginocchio, caviglia e piede – per patologie di spalla, mano e polso, gomito – contro cervicalgie, lombalgie e mal di schiena – per risolvere strappi e contratture muscolari – contro la cellulite – per molti casi di patologie osteoarticolari che non richiedono un intervento chirurgico – per la fisioterapia e riabilitazione post chirurgica La Tecarterapia è efficace: – perché induce una produzione di calore endogena, efficace e riabilitativa – perché il dolore passa molto più velocemente rispetto ad altre tecniche – perché non ha effetti collaterali – perché è un metodo di cura versatile, che si può svolgere in centri medici ma anche a casa propria. La Tecar a casa è diffusa perché : – offre molta autonomia al paziente, che può scegliere quando avviare il trattamento per contro proprio – garantisce una veloce guarigione a chi ha male al ginocchio, non può guidare l’automobile o per altri motivi non può uscire di casa di frequente – è una terapia con un buon rapporto qualità-prezzo. [mwi-product sku=”PF1201001,PF1201111,G3117-1″ desc=”false” img_width=”400″ price=”false” type=”view” btn_color=”green” btn_link=”button” cols=”3″ ]]]>

Tags: , , , , ,

1 comment

  1. Ottimo articolo, la tecar terapia insieme a fisioterapia e riabilitazione sono terapie che aiutano i pazienti a guarire in tempi brevi.
    La tecnologie in questo caso nel campo dello studio fisioterapico viene incontro per il benessere quotidiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*