Acne: che cos'è e come si cura?

ginnastica_visoL’Acne é una malattia della pelle che involve eruzioni cutanee (chiamate pustole o comedoni) che spesso lasciano cicatrici sulla pelle e può essere curata attraverso dei specifici trattamenti viso.

L’acne e le cicatrici sono decisamente comuni e spesso, purtroppo, non sono trattati come malattie ma come sintomi banali che si verificano durante l’adolescenza o pubertà. Con acne si indica un termine generico per definire eruzioni cutanee, mentre in realtà esistono diversi gruppi acneici: il più comune é il tipo acne vulgaris (comune acne) spesso usato con il temine “acne”: i comedoni si trovano soprattutto sul viso, ma sono presenti anche sul collo, schiena, torace e spalle.  La maggior preoccupazione dell’acne é la disfigurazione, che puó provocare disagi come perdita di autostima fino alla depressione.

La causa dell’acne sta nei pori (follicoli piliferi) tappati dal sebo e dal naturale accumulo di cellule morte. Il sebo é una sostanza oleosa/cerosa prodotta dalle ghiandole sebacee per lubrificare la pelle e i capelli.

La produzione di sebo varia e dipende dal livello ormonale provocato dal testosterone. È per questo che gli adolescenti maschi sono più predisposti all’acne durante la pubertà mentre, per le femmine, le eruzioni meno frequentemente e prima. Tuttavia, visto il variare livello degli ormoni anche prima della menopausa, alcune donne tra i 40 e 50 anni possono essere interessate da casi di acne: mai abbassare la guardia!

Tipi di eruzione dell’acne:

Come detto sopra, l’acne é causato da un eccessiva produzione di sebo e dai pori otturati. Altro colpevole di questo disturbo problematico e doloroso è il batterio Propionibacterium acnes P acnes che prospera in condizioni anerobiche (quindi prive di ossigeno) e con eccesso di sebo. In base al variare di tutti questi fattori, come ormoni ed età o batteri, ecco che si verificano diversi stadi acneici a volte in contemporanea:

  • Comedone (Foruncoli e Punti neri): sono tipi di eruzioni da acne creati quando i follicoli piliferi vengono “tappati” dal sebo, cellule morte.
  • Papule: sono piccoli foruncoli causati dall’infiammazione o infezione dei follicoli peliferi. Possono essere rossi e spesso dolorosi.
  • Pustole: sono papule rosse e dolorosi interessate da un’infezione dovuta alla presenza di sebo in eccesso.
  • Noduli:  sono comedoni grossi e compatti come le papule ma sottopelle. I noduli si formano a seguito dell’accumulo di ipersecrezione sebacee in profondità.  .
  • Acne Nodulo-Cistica: sono noduli incistati, dolorosi e sottopelle. Questi possono causare cicatrici permanenti.

Trattamento dell’acne:

acne

Il trattamento dell’acne non dev’essere preso alla leggera: l’acne non trattata, infatti, rovinare l’epidermide con cicatrici permanenti mentre dal punto di vista emotivo spesso causa mancanza di autostima, depressione ed ansietà. Il trattamento dovrebbe continuare per tutto il tempo necessario per impedire all’acne di ritornare.

Sfortunatamente non ci sono cure magiche per l’acne e non esiste un unico protocollo per tutti, così come non esiste una cura immediata: il trattamento dell’acne puó associare un’azione topica (applicato sulla pelle) a una sistemico (medicinali ingeriti). Altri trattamenti sono laser o tecnologie basate su luce o Radio Frequenza e possono essere utili anche in caso di cicatrici. Trattamenti Topici: sono i trattamenti standard per trattare l’acne leggero o moderato. Le medicazioni comprendono benzoil perossido, creme antibiotiche, retinoidi e acido salicilico. Trattamento Sistemico é spesso usato per un’infiammazione acneica acuta o per un’acne che non ha reagito al trattamento topico e che copre un’ampia zona del corpo. Si tratta di antibiotici per bocca come tetracycline, macrolidi,  minocycline, erythromycin, trimethoprim-sulfamethoxazole, trimethoprim, e azithromycin. Pillola contraccettiva è un’opzione per trattare donne con un’acne moderato/acuto. Queste pillole contengono estrogeni, altrimenti si possono usare medicinali che hanno effetto sugli ormoni maschili e quindi riducendo le eruzioni. Per quanto riguarda le cicatrici, invece, esistono diversi trattamenti, ma sono tutti da praticare con attenzione presso uno studio dermatologico o, comunque, una struttura medica: i risultati sono ottimali, ma i principi chimici alla base di queste cure sono chimici, poiché comprendono acidi, ossido di zinco, microdermoabrasione, laser e peeling chimici. La lotta all’acne, dunque, è difficile ma possibile: ritronare a sorridere e a mostrarsi senza timore si può. L’importante è non ricorrere a rimedi casalinghi che possono peggiorare l’infiammazione e assicurarsi di assumere le cure giuste.

 

]]>

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*