I materassi per magnetoterapia in bassa frequenza

Ragazza dorme serenamente grazie ad un materassi per magnetoterapia in bassa frequenza

Un materassino magnetico a bassa frequenza è un dispositivo medico utile per prevenire e curare l’osteoporosi e la difficoltà di calcificazione ossea. In presenza di fratture, specie se il processo riparativo appare lento, si avrà un evidente beneficio dall’uso di un materasso magnetico. Questo apparecchio è anche dotato di un effetto antalgico, ossia mitiga i dolori osteo-articolari e non solo. Il risultato è un sonno benefico e ristoratore. Il funzionamento su cui si basa è quello della magnetoterapia a bassa frequenza. Vediamo di cosa si tratta esattamente e perché conviene usare un materassino magnetico.

Cos’è la magnetoterapia?

Si potrebbe pensare il contrario, eppure la magnetoterapia è una forma di terapia alternativa vecchia di millenni. Nell’antica Cina si usava già, anche se non conoscevano il materassino magnetico che utilizziamo oggi. Il principio di funzionamento è rimasto però sostanzialmente immutato. La magnetoterapia a bassa frequenza, in pratica, sfrutta l’influenza dei campi magnetici sul potenziale elettrico delle cellule. In caso di malattia, le cellule subiscono alterazioni di vario tipo (purtroppo negative) che possono essere sanate con l’influenza benefica del magnetismo, che aiuta a invertire tali alterazioni.

Uomo si sottopone ad un trattamento di magnetoterapiaOvviamente c’è campo magnetico e campo magnetico. Non tutti risultano benefici o hanno effetti terapeutici equivalenti. Un materassino magnetico a bassa frequenza ha proprietà diverse da uno ad alta frequenza. Quando invece l’intensità del campo o la frequenza sono eccessive non abbiamo l’influenza benefica della magnetoterapia, bensì danni cellulari. Viceversa, se questi valori sono troppo bassi non si hanno effetti nocivi, ma nemmeno positivi.

Questo problema però non riguarda l’uso di un qualunque materassino magnetico. Tale dispositivo genera esclusivamente un campo di intensità e frequenza giuste per svolgere un effetto curativo. L’importante è che sia di qualità e con tanto di certificazione di idoneità all’uso preposto, come ogni materassino magnetico di Fabbrica Benessere. Da ricordare infatti che si tratta di un dispositivo medico. E che un materassino magnetico made in China sicuramente si rivelerà deludente.

Il materassino magnetico a bassa frequenza come funziona?

L’efficacia del materassino magnetico si deve al fatto che il campo magnetico di bassa frequenza e alta intensità, generato al suo interno dai solenoidi, è modulato per stimolare la riparazione ossea. Per riparazione ossea s’intende un processo fisiologico che avviene fisiologicamente senza che ce ne rendiamo conto. Lo scheletro, infatti, è formato da tessuto vivo. Esaminandolo da vicino, è possibile scoprire che qualunque suo componente, cioè ogni osso, è formato da 2 tipi di cellule e da una matrice extracellulare mineralizzata.

Le cellule sono, rispettivamente, gli osteoblasti e gli osteoclasti. Le prime risultano responsabili della formazione e rigenerazione continua di nuovo tessuto osseo (osteogenesi). Le seconde provvedono alla sua distruzione (osteolisi), liberando nel sangue i preziosi sali minerali che costituiscono la matrice. Si tratta del calcio, del fosforo e del magnesio. In condizioni normali l’attività degli osteoblasti e degli osteoclasti, che risulta sotto il controllo del paratormone e della calcitonina (2 ormoni), è in equilibrio.

Purtroppo, a un certo punto può esserci bisogno del materassino magnetico perché esistono vari fattori in grado di alterare il bilanciamento osteogenesi-osteolisi. I traumi, l’avanzare dell’età, le infiammazioni locali, alcune malattie autoimmuni sono i principali. Ecco così che l’osso fatica a rigenerarsi e perde densità, diventando fragile e soggetto a fratture di difficile guarigione. L’osteoporosi è l’esempio più comune.

Qui entrano in campo, è il caso di dire, il materassino magnetico a bassa frequenza e la magnetoterapia.

Notte dopo notte, il dormiente vede diminuire i dolori osteo-articolari, mentre a livello delle ossa si riequilibra il rapporto fra l’attività degli osteoblasti e degli osteoclasti. Anche il calcio viene assimilato meglio, dando così all’organismo il “mattone” principale per il rimodellamento osseo. Merito dell’influenza della magnetoterapia a bassa frequenza sul metabolismo del calcio.

I vantaggi del materassino magnetico

Mai sottovalutare i dolori osteo-articolari e l’osteoporosi, perché deteriorano la qualità della vita. Un materassino magnetico a bassa frequenza può aiutare risolvere in modo naturale queste problematiche senza presentare effetti collaterali. Non solo. La magnetoterapia ha ulteriori effetti positivi documentati. Migliora la funzionalità intestinale, la qualità del sonno, ritarda l’invecchiamento cellulare, in particolare quello cutaneo, ha azione antiedemigena e anti-varicosa, rallenta la replicazione batterica, previene gli spasmi muscolari ed è un antidolorifico efficace. Insomma, le buone ragioni per dotarsi di un materassino magnetico davvero non mancano.

Per riassumere, ecco i 5 principali vantaggi nello scegliere un materasso con integrata la magnetoterapia a bassa frequenza:

  • Ostacola la perdita di densità dell’osso in corso di osteoporosi;
  • Accelera la guarigione delle fratture grazie al miglioramento nel metabolismo osseo;
  • Ha effetti positivi sulla cervicalgia e altre infiammazioni dolorose come l’epicondilite (che colpisce il gomito);
  • Ritarda l’invecchiamento cutaneo grazie al miglior apporto di calcio e agli effetti benefici sul microcircolo del materassino magnetico;
  • Favorisce un sonno sereno, in parte per merito del calcio, che è un rilassante, in parte per azione sul potenziale elettrico delle cellule muscolari, nervose ed endocrine.

Materassino magnetico o materasso magnetico?

Per sfruttare i benefici della magnetoterapia a bassa frequenza si può acquistare un materasso per magnetoterapia oppure un materassino magnetico, ambedue ovviamente a bassa frequenza. La differenza è che il primo, generalmente più costoso, svolge anche la funzione di materasso (lo è), mentre il secondo viene posato su un materasso già esistente. Qual è meglio?

In realtà non c’è una risposta assoluta. Se nel letto c’è già un ottimo materasso, come quelli di Fabbrica Benessere, si può optare per il materassino magnetico. Se invece è anche il momento di sostituire quello vecchio, si può valutare l’acquisto di un materasso magnetico, sempre di Fabbrica Benessere che ha in catalogo diversi modelli sia singoli che matrimoniali. La scelta delle caratteristiche di quello che si acquista richiedono il parere del medico. Sia materassino magnetico sia materasso sono detraibili fiscalmente.

[mwi-product sku=”MM005-MAGBF,MM005-MAGBR” desc=”false” img_width=”400″ price=”false” type=”view” btn_color=”green” btn_link=”button” cols=”3″ ]]]>

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*